Elevateur al PDS IPAF: prove pratiche e tecnologia per portare la formazione a un nuovo livello

team ipaf elevateur

Per conoscere gli standard di sicurezza del futuro i nostri istruttori continuano a studiare insieme ai migliori formatori

Quando si è chiamati a insegnare qualcosa agli altri, in particolare nel campo della sicurezza, una delle cose da non dimenticare mai è che bisogna continuare anche con l’attività di apprendimento e aggiornamento su noi stessi. Questo è quello che fanno i nostri istruttori da quasi vent’anni.

Anche quest’anno il nostro team ha preso parte al consueto seminario di aggiornamento professionale degli istruttori IPAF tenutosi, per l’edizione 2024, presso Safeland, centro per la condivisione e diffusione della cultura della sicurezza  di Silaq, ente facente parte del network formativo IPAF.

A differenza di altre volte, durante questa giornata, gli istruttori non hanno lavorato a bordo delle PLE ma hanno svolto attività pratiche venendo coinvolti in challenge, prove tecniche e di sicurezza sul lavoro.

Safeland è un polo molto innovativo all’interno del quale si possono sperimentare in un ambiente protetto le dinamiche inerenti la sicurezza sotto ogni suo aspetto. I nostri istruttori IPAF, per i quali la formazione è sempre al primo posto, hanno potuto consolidare e accrescere le proprie competenze mettendosi concretamente alla prova.

La struttura milanese ha messo a nostra disposizione, per l’intera giornata, attrezzature tradizionali, digitali e tecnologie futuristiche in ambito di prevenzione per permetterci di sperimentare, imparare, confrontarci.

“Siamo molto contenti” – ci raccontano Davide Scarano e Clemente Tramontano, Istruttori Ipaf di Elevateur – “di aver preso parte a questa esperienza davvero interessante per la formula con la quale è stata erogata. Rispetto al passato abbiamo avuto l’opportunità di cimentarci con prove pratiche sul campo operando in totale sicurezza. Con un simulatore di realtà virtuale abbiamo spento un incendio, abbiamo provato il lavoro negli ambienti confinati, testato le linee vita, ci siamo arrampicati su una parete verticale. Tutto questo è una vera e propria palestra per noi che siamo chiamati ad avere a che fare con queste tematiche ogni giorno ma, soprattutto, è un interessante nuovo punto di vista sulla didattica relativa alla sicurezza, torniamo a casa con un bagaglio di nuove conoscenze”.

Quella tra Elevateur e IPAF è una collaborazione che dura ormai dal 2009 e che, grazie ad attività innovative come questa si conferma un accordo solido fondato sulla condivisione di valori comuni quali la formazione di qualità, la diffusione della cultura della sicurezza sul luogo di lavoro e l’impegno nella ricerca di aggiornamento costante.

Al rientro alla base i nostri istruttori sono già pronti a mettere in campo le nuove skill durante i prossimi corsi. Scopri subito le date sulla pagina dedicata.

Richiedi informazioni sulla formazione compilando il form qui sotto.

Nuovo corso per preposti disponibile da subito: la sicurezza sempre al primo posto.

preposti alla sicurezza

Molto richiesto, aggiornato e ricco di contenuti: scopriamo di più sul modulo formativo dedicato a una delle figure più importanti in ogni azienda

Il corso per preposti alla sicurezza è oggi un tassello fondamentale non solo per chi desideri ricoprire questo ruolo responsabilmente ma anche per tutte le aziende chiamate a designare colui che interpreterà e metterà in pratica le direttive del datore di lavoro impegnandosi a farle rispettare.

Chi è il preposto e perché è così importante?

Il preposto per la sicurezza è una persona chiamata, prevalentemente, a tre principali compiti che sono:

  • Garantire: che le direttive del datore di lavoro o dal dirigente vengano messe in pratica
  • Controllare: che queste vengano attuate correttamente
  • Sovrintendere: alle attività svolte dai lavoratori

A queste tre macroattività si aggiungono naturalmente l’obbligo di tenersi aggiornato, di segnalare eventuali violazioni, di interrompere le attività lavorative laddove venga rilevato un pericolo.

Il ruolo viene assegnato dal datore di lavoro a una o più persone individuate tra i dipendenti in base alle caratteristiche del modello organizzativo aziendale, dei ruoli già ricoperti e dell’organigramma, questo succede in tutte quelle realtà che impiegano almeno 15 persone. Trattandosi, prima ancora di un’investitura formale, di un ruolo assunto nei fatti, non è possibile rifiutarsi di ricoprire questa carica che, comunque, rappresenta anche un profondo legame tra la persona scelta e l’azienda in quanto incarico di spicco e grande responsabilità finalizzato a favorire l’adozione e lo sviluppo di comportamenti sicuri.

Avere un preposto in azienda è importante anche ai fini relazionali perché:

  • tutte le persone sanno di poter contare su un vero e proprio punto di riferimento che sovrintende alla loro sicurezza
  • la consapevolezza di lavorare in un ambiente protetto e sicuro garantisce maggiore serenità
  • il miglioramento del clima in azienda è sinonimo di miglioramento delle prestazioni con vantaggi per l’intero team

Ricapitolando: il preposto nominato dall’azienda è un garante della sicurezza sul lavoro che si occupa di vigilare affinché le attività lavorative vengano svolte seguendo le norme e le sue scelte fanno sì che i dipendenti seguano un comportamento in linea con le decisioni tecnico/organizzative prese dall’azienda. Al fianco del datore di lavoro controlla e prende decisioni tecnico/organizzative importanti.

Cosa sono e a cosa servono i corsi per preposti?

I corsi di formazione per preposti, che devono essere ripetuti ogni due anni (e/o quando si rende necessario, in base al cambiamento o alla nascita di nuovi rischi) sono finalizzati all’ottenimento delle competenze minime necessarie per svolgere attività di vigilanza e controllo tipiche del preposto. Al termine delle otto ore di formazione in aula, il preposto potrà applicare e mettere in pratica le misure di prevenzione e protezione aziendali.

Possono frequentare il corso: tutti quei lavoratori nominati per ricoprire la funzione di preposti alla sicurezza (art.2, D.Lgs.81/2008) e i lavoratori che anche senza nomina formale stanno esercitando “di fatto” un ruolo di sovrintendenza o coordinamento. Ognuno di loro otterrà un attestato di frequenza con verifica apprendimento.

Da sottolineare che: per il preposto, la formazione è un obbligo. L’eventuale violazione dei suoi obblighi, infatti, sia per la persona designata che per l’azienda può portare a sanzioni penali ed economiche. Problemi questi che si possono serenamente evitare con un corso di formazione adeguato tenuto da istruttori con esperienza decennale.

Sei interessato a formare i preposti per la tua azienda? Compila il form qui sotto.

Sospensione corsi di formazione PLE

Nell’ottica di voler garantire l’assoluta tutela sanitaria ai propri clienti e dipendenti, ELEVATEUR comunica che tutti i corsi di formazione per piattaforme aeree sono rinviati fino a data da destinarsi.

Tutti i corsi previsti in questa settimana e nelle prossime verranno riprogrammati appena possibile.

Le carte PAL sono ufficialmente “Smart”

corsi ipaf

Tutte le carte PAL (Powered Access License) inviate dall’International Powered Access Federation (IPAF) agli operatori di piattaforme di tutto il mondo sono “smart”.

L’utilizzo della tecnologia smart è stato imposto da IPAF a partire dal 1° gennaio 2015 per prevenire frodi e usi impropri.
Questo sistema può interagire con i sistemi di sicurezza, telematici e di tracciamento delle macchine, in modo che solo il personale autorizzato, qualificato ed esperto, possa utilizzare le PLE (compatibili con i dispositivi “smart”).

A causa della necessità di aggiornare o rinnovare tutti i corsi di formazione incentrati sulle carte PAL almeno ogni cinque anni, nessuna carta emessa prima del 1° gennaio 2015 è più valida.

Per partecipare ai prossimi corsi di formazione che si terranno presso la sede di Nola di ELEVATEUR SRL, primo centro di formazione I.P.A.F. in Campania, scrivici qui: INFO IPAF.

Per verificare rapidamente e facilmente una carta PAL di IPAF online, visitare www.ipaf.org/checkpal. Per saperne di più sul programma di formazione riconosciuto a livello globale di IPAF o per trovare un centro di formazione IPAF locale, consultare www.ipaf.org/training.

 

Street Smart: la sicurezza in strada per IPAF!

In occasione della Fiera “BAUMA” che si è svolta a Monaco dall’8 al 14 aprile, IPAF ha presentato la nuova campagna “Street Smart” per la sicurezza del lavoro su strada.

Questa campagna di sicurezza evidenza i rischi legati all’uso delle piattaforme di lavoro mobili elevabili (PLE) su strade o accanto ad esse. A causa del rischio di collisioni con veicoli in transito come autobus o autocarri, è necessario pianificare in anticipo per poter utilizzare le PLE in piena sicurezza.

Le raccomandazioni chiave di questa campagna includono:

  • Pianificare in anticipo: valutare i rischi; creare e implementare un piano di gestione del traffico.
  • Essere visibili: indossare DPI ad alta visibilità mentre si collocano coni/cartelli. Garantire la massima visibilità dei veicoli (usare lampeggianti/grafiche riflettenti posteriori) e la buona illuminazione delle aree di lavoro.
  • Controllare il traffico: usare semafori provvisori o chiudere le strade per isolare l’area di lavoro. Usare cartelli e coni e per avvisare al meglio i veicoli in avvicinamento.
  • Creare un’area di esclusione: isolare l’area di lavoro dai veicoli in transito. Posizionare la PLE in modo che non sporga verso il traffico.
  • Caricare e scaricare in piena sicurezza: in un’area ben illuminata, lontano da traffico o da ostacoli. Quando si scarica la PLE a bordo strada, assicurarsi di isolare l’area dal traffico.

Per tutte le info sulla campagna di sicurezza “Street Smart” è possibile consultare il sito ufficiale IPAF.

Scrivici per partecipare al prossimo corso di formazione presso la nostra sede