Skip to content

Sostenibilità e innovazione tecnologica: le novità in casa Elevateur

Il 2022 è un anno all’insegna della Green Innovation per Elevateur che ha inserito nella propria flotta nuove attrezzature per il sollevamento completamente elettriche.

Per il sollevamento persone, l’ultima novità arriva da CTE che ha presentato la prima macchina a impatto zero. Il costruttore trentino di piattaforme aeree ha lanciato sul mercato la prima piattaforma aerea autocarrata da 20 mt di altezza di lavoro 100% elettrica. CTE MP 20 Ev è stata studiata per garantire l’accesso e l’utilizzo in cantieri e aree con limitazioni di emissioni gas e rumorose, offrendo massime prestazioni di lavoro e di sicurezza. Raggiunge 20 m di altezza di lavoro, 13 m di sbraccio e 250 kg di portata. Con configurazione a doppio braccio di cui 1 telescopico + jib, totalmente ideata, progettata e realizzata in Italia con tecnologia CTE ed acciaio SSAB Strenx. È dotata di sistema di controllo all’avanguardia CTE S3 EVO. L’autonomia del veicolo è di 70 km (WLTP) e 25 cicli di lavoro (dati di esempio di utilizzo; le prestazioni di trasferimento e cicli di lavoro variano in funzione delle modalità di utilizzo). Il sistema di alimentazione offre il vantaggio di poter lavorare totalmente a batteria o in modalità ‘plugged-in’ connessa alla rete elettrica con il dispositivo di ricarica in dotazione (220V/380V).

Oltre alla sopra citata MP 20 Ev, la gamma di autocarrate CTE vede protagonista il modello a braccio telescopico CTE B-LIFT 17 E, full electric. Disponibile a noleggio nella flotta Elevateur la CTE B-LIFT 17E è un modello estremamente versatile: 16,6 m di altezza di lavoro, 11,3 m di sbraccio, 250 kg di portata massima, con un pacco batterie con più di 500 Ah che garantiscono da 1,5 a 2 ore continuative di lavoro e si ricaricano a motore acceso tramite PTO (ad esempio durante il transito in strada o durante l’utilizzo a motore) oppure elettricamente in max 8 ore di ricarica.

Nel settore del sollevamento materiali troviamo invece in flotta il Merlo 25.05 E-WORKER, sollevatore telescopico 25 quintali con possibilità di sollevamento fino a 5 metri, alimentato al 100% da batterie elettriche e dalle dimensioni ridotte che permettono di utilizzarlo in spazi ristretti grazie alla completa eliminazione di emissioni inquinanti. Il pacco batterie è dimensionato in modo da offrire un’elevata autonomia, che si attesta intorno alle 8 ore, e un tempo di ricarica compreso tra le 8 e le 9 ore. Questo permette all’E-WORKER di lavorare senza interruzioni lungo tutto il ciclo di lavoro, assicurando performance importanti e una notevole efficienza.

 

Si tratta di macchine nate per abbattere completamente i livelli di rumorosità e di emissioni inquinanti, incrementare la manovrabilità negli spazi ristretti e ridurre drasticamente i costi di esercizio rispetto a modelli analoghi allestiti con motori termici alimentati a gasolio.

Grazie a queste caratteristiche uniche, la nuova gamma è lo strumento ideale per applicazioni in ambienti chiusi quali magazzini, rimesse di materiali, industrie, ambienti sotterranei e stalle garantendo l’operatività e la trazione anche in situazioni off-road per le esigenze delle municipalità, dell’agricoltura, delle costruzioni e delle discariche.

A completare l’offerta GREEN della flotta Elevateur, sempre più impegnata a dare il proprio contributo per la salvaguardia dell’ambiente e per rispondere alle esigenze del mercato, troviamo le piattaforme semoventi girevoli e cingolate.

La gamma ibrida Genie comprende  Z-60/37 FE con altezza di 20 metri e sbraccio orizzontale di lavoro di 11 metri e Z-45/25 J FE con altezza di 16 metri e sbraccio orizzontale di lavoro di 7 metri. Nel segmento cingolate sono invece presenti tre modelli Palazzani con doppia alimentazione. TSJ 23 con braccio di 9 mt e una portata di 200 kg, il  TSJ 30.1, il XTJ 37+.

 

Focus noleggio ragni: tutti i vantaggi

I ragni sono utilizzabili in vari ambiti, tra i quali la manutenzione, la potatura, la spicconatura, la messa in sicurezza dei fabbricati, il noleggio, la riqualificazione e la ristrutturazione di immobili, il restauro. Il noleggio ragni è consigliato per il peso ridotto del mezzo e la possibilità di potersi posizionare in ambienti particolarmente angusti. I ragni sono in grado di lavorare sia elettricamente che con motori benzina.

Sono sempre di più i segnali che indicano come sia assolutamente necessario ripensare le nostre realtà in ottica di sostenibilità ed effettuare scelte che vadano in questa direzione. È necessario agire in modo etico e responsabile, consapevoli che le nostre attività e scelte si riflettono sull’ambiente, le persone e la società in cui operiamo.

Condividi

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Articoli Collegati